La “Cascata delle due Rocche” di Corleone

La “Cascata delle due Rocche” di Corleone
La "Cascata delle due Rocche" nel territorio di Corleone- Il Viaggio in Sicilia

La Sicilia non finisce mai di stupire. Di recente Hundredrooms, sito internazionale di alloggi e case vacanze, ha stilato una lista delle 15 imperdibili cascate più belle d’Italia. Fra queste figura un sito nel cuore della Sicilia: la Cascata delle due Rocche di Corleone. Questa la motivazione: la cascata delle due Rocche rientra tra le cascate più belle ma anche le più sconosciute, racchiuse in un piccolo paradiso naturalistico che conserva una dimensione ancora incantata. Un ottimo motivo per conoscere il paese ed il suo territorio. Corleone sorge a 540 metri s.l.m. in una zona interna di montagna dentro una conca tra la “rocca ri maschi”, due rocche gemelle che, come sentinelle di pietra, proteggono questo antichissimo abitato.

Nel cuore dell’entroterra della provincia di Palermo, si trova la bellissima Cascata delle due Rocche, sita a Corleone, formata dal salto del fiume San Leonardo, un affluente del fiume Belice. Non sarà spettacolare come le cascate del Niagara o le cascate Vittoria; non sarà bella come la cascata delle Marmore: tuttavia questa cascata è davvero notevole ed è una delle mete predilette degli appassionati di fotografia. Alta circa 4 metri, si trova a pochi passi dal centro storico del paese, in mezzo alle due alte rocche, e finisce su un piccolo laghetto per poi prosegue il suo percorso all’interno del bosco.

Non è facilissima da raggiungere, anche perché poco segnalata e inspiegabilmente poco famosa. Occorre attraversare le strettissime stradine del paese, dove l’automobile riesce a passare a stento ed affidarsi alla gentilezza dei passanti, sempre prodighi e dare indicazioni. Una volta arrivati però davanti al cancello di ingresso, dove c’è uno slargo che consente di parcheggiare l’auto, si è praticamente ai piedi della cascata.

Il paesaggio è davvero incredibile, quasi fiabesco: ti aspetti che da un momento all’altro possa spuntare fuori uno degli elfi de Il Signore degli Anelli e ti senti catapultato in quello che sembra lo scenario più adatto per un film fantasy. La zona è piuttosto piccola, la si riesce tranquillamente a visitare in mezz’ora, foto di rito comprese, però vale assolutamente la pena soffermarsi a godere del senso di pace e di contatto diretto con la natura che questo scorcio sa regalare. Si sente solo il fruscio costante dell’acqua che scorre ed il cinguettio degli uccellini. Tutto il frastuono cittadino che siamo abituati a sentire ogni giorno sembra così lontano che quasi ci si dimentica della sua esistenza.

Il periodo  migliore è ovviamente la primavera, quando si sciolgono i ghiacciai ed il fiume è ricco di acqua. Inoltre in questo periodo si possono ammirare tutti gli splendidi colori che sa regalare questa stagione; dal blu intenso del cielo, al giallo, bianco e viola dei fiori di campo, senza trascurare le splendide farfalle che svolazzano liberamente.

Sconsigliata l’estate, soprattutto perché rischiate di trovare a malapena un sottile filo d’acqua che somiglia di più ad un rubinetto lasciato maldestramente aperto!

Assolutamente consigliato un abbigliamento sportivo, soprattutto scarpe da trekking. Il terreno attorno all’acqua  infatti è fangoso e se volete ammirare la cascata da vicino allora è meglio attrezzarsi come si deve!


Dove si trova la cascata delle due rocche?

Viaggio in Sicilia
ADMINISTRATOR
PROFILE

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Articoli correlati

Ultimi Post

Video